restiamo umani

vittorio arrigonirestiamo umani”  Vittorio Arrigoni aveva appena 33 anni. Aveva scelto di impegnarsi a fondo per gli altri, stabilendosi a Gaza e portando aiuti alla gente palestinese. Era stato testimone e una delle poche voci di denuncia della barbarie dei bombardamenti israeliani sulla popolazione civile palestinese a fine 2008, nell’operazione cinicamente chiamata “Piombo fuso”. Un volontario della solidarietà e della pace. Una persona perbene che aveva scelto di spendersi per la vita e la libertà dei palestinesi. Vittorio Arrigoni è stato ucciso ieri notte, da uomini di una cellula salafita legata ad al-Qaeda. Fa riflettere che i poteri oppressivi dello stato israeliano e delle bande terroriste fondamentaliste convergano, al di là degli obiettivi apparentemente opposti, nella scelta di colpire le persone innocenti, i civili e in particolare i volontari impegnati per la pace e la solidarietà. Ieri i terroristi hanno ucciso Vittorio; il 31 maggio 2010 l’esercito israeliano aggrediva e uccideva i volontari della missione Freedom Flotilla. Le persone e i gruppi di volontariato che praticano la solidarietà sono minacciati e colpiti in ogni parte del mondo. Il terrore assume forme, volti e bandiere diverse, ora in nome di stati che opprimono, ora in nome di fondamentalismi che si professano “alternativi” ai regimi e agli stati dominanti. C’è una logica che accomuna tutte queste opzioni: è quella della violenza organizzata, della uccidibilità di altri esseri umani, del soffocamento delle legittime aspirazioni dei popoli che lottano, resistono e si rivoltano contro molteplici poteri oppressivi, come sta facendo la gente comune nelle rivoluzioni arabe. Vittorio Arrigoni era un volontario impegnato contro le ingiustizie e per l’affermazione della vita. A lui e ai suoi cari va il nostro affetto e solidarietà. Facciamo nostre le parole di Vittorio “restiamo umani” e tesoro del suo coraggioso impegno.   

(Zagarolo, 15 aprile) amiche e amici del CSA di zagarolo e dintorni

  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...
Codice di sicurezza: